lavorazione1
DSCN5631
lastrico-subbiato
IMG_5518
54f882decf6011f5c97d23d82911a799.jpg

monte-senarioCaratteristiche composizionali, tecniche e confronto con la Pietra Serena
Nicola Cipriani - Fabio Fratini - Massimo Nebbiai - Rino Sartori

da ARKOS ABSTRACT N° 9 del gennaio/marzo 2005

La Pietra Serena caratterizza da secoli l'architettura fiorentina e con la sua buona qualità e lavorabilità ha contribuito a esaltare la bellezza di molti edifìci, non solo a Firenze. La Pietra Serena era estratta nei dintorni della città da alcune cave impostate sulla Formazione delle Arenarie di Monte Modino (Fiesole) o del Macigno (Gonlolina e Monti del Chianti). Entrambe queste formazioni appartengono alla stessa successione, sono di età oligocenico-miocenica inferiore e si trovano al tetto della Falda toscana. Le regole del mercato, mutevoli nel tempo, hanno determinato la chiusura di tutte le cave da cui questa pietra era estratta. Per l'Arenaria di Monte Senario, affiorante nella zona montuosa tra Firenze e il Mugello, mancano notizie storiche del suo impiego in città e risulterebbe quindi un utilizzo solo locale (ad esempio, Convento di Monte Senario e Pieve di San Martino a Lobaco, entrambi del XIII secolo). Solo recentemente questa pietra ha fatto la sua comparsa ufficiale in Firenze in sostituzione di parti deteriorate (Villa Fabbricotti, Santa Maria Novella, Uffizi, Boboli, Palazzo Pandolfini) integrandosi perfettamente con la preesistente Pietra Serena. Le Arenarie di Monte Senario hanno età oliogocenica inferiore e appartengono all'Unità di Canetolo (Unità Subligure)

Le analisi composizionali evidenziano modeste differenze tra le due pietre, mentre quelle fisicomeccaniche non consentono di distinguerle e ciò permette di ritenerle completamente interscambiabili per un uso in architettura. Va comunque segnalato che è possibile distinguere le due pietre sulla base di alcuni parametri petrografici deducibili da una semplice analisi modale. Ciò da la possibilità di verificare se l'Arenaria di Monte Senario sia stata usata anche in passato in sostituzioni di manufatti in Pietra Serena deteriorali.

 

VISUALIZZA L'APPROFONDIMENTO COMPLETO »

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ti preghiamo di cliccare il pulsante a fianco per accettarne l'utilizzo.